• 20 ottobre 2016

    Alla luce della rivoluzione tecnologica in corso, che implica la “disruption” dei modelli di business esistenti e delle attuali modalità organizzative di molte aziende, è opportuno non farsi trovare impreparati e, dunque, cogliere quanto prima l’importanza di nuove figure che si sono già affermate negli Stati Uniti, come quella del Chief IoT Officer.

    In Italia Innovability è molto sensibile a queste tematiche perché, come spiega Gianluigi Ferri, fondatore e Ceo di Innovability: “Le tecnologie IoT non sono più oggetto di interesse solo per le aziende early adopters e pioniere dell’innovazione, ma riguardano ormai tantissime realtà che sentono la necessità di trasformare digitalmente il proprio business”. Per questo la figura del Chief IoT Officer diventerà fondamentale per molte compagnie, considerando che se ora, continua Gianluigi Ferri “siamo solo all’inizio del percorso di sviluppo dello IoT,  fra dieci anni è certo che in ogni azienda vi sarà una figura dedicata a questo fenomeno”

    Queste sono le premesse che hanno determinato la nascita di una serie di incontri organizzati da Innovability dal titolo IoT Convivio, per discutere con esperti di mercato, operatori e vendor tecnologici, regolatori ed aziende, di tutti i temi relativi allo sviluppo dell’Internet of Things in Italia. Fra gli ospiti fissi agli eventi vi sono analisti ed esperti di Open Gate Italia e Beecham Research, in qualità di partner scientifici e animatori delle sessioni e dei gruppi di lavoro. Temi trasversali caratterizzeranno ogni incontro, toccando ambiti tecnologici, normativi, organizzativi, passando da argomenti come la cybersecuruty e l’investment, alle risorse umane e all’open innovation, andando ad interessare gli ambiti applicativi più disparati.

    IoT Convivio ha preso il via a settembre, per continuare con la tappa romana di Novembre e poi ancora a Roma a Febbraio e a Milano in primavera.