about2

Tullio Camiglieri

La grande avventura della pay tv

La grande avventura della pay tv.
Collana: Media Mursia
Pagine: 192
Anno: 2008
Prezzo: € 14,00



Descrizione

Politica, economia, giornalismo, gossip, scena pubblica e privata non sfuggono ai riflettori di questo libro, scritto in un momento particolare e interessante della storia tv in Italia.

Camiglieri – presidente di Open Gate Italia, a lungo direttore della comunicazione di Sky e un curriculum radiotelevisivo che risale agli anni delle radio libere – racconta l’affermazione della pay tv nel nostro Paese ricostruendone con precisione e stile godibilissimo le tappe. Dal progetto, mai realizzato, di Carlo de Benedetti che per primo siglò un accordo con i francesi di Canal+ per importare in Italia il modello pay tv; ai tentativi fallimentari di piccoli imprenditori locali – come i toscani Tambini e Artigiani – ai quali non difetta l’intuito ma i capitali, ai piani segreti di Fininvest che, dopo anni di sperimentazione, all’indomani dell’approvazione della legge Mammì deve cedere il 90% della nascente Telepiù. Dagli esordi negli anni Novanta alla fase di espansione nel nuovo Millennio marcato sia dall’arrivo di Rupert Murdoch sia dalla guerra dei decoder e in ultimo dall’avvento del digitale terrestre, una tecnologia destinata a modificare ulteriormente i consumi tivù del Belpaese.

A conclusione del volume, oltre a un utile glossario, cinque saggi monotematici firmati da Marcello Berengo Gardin (Le occasioni mancate), Antonio Dipollina (Un calcio alla tv), Alberto Guarnirei (Pubblica, commerciale e un po’ pay: la Rai e la tv a pagamento), Marco Mele (Cronistoria politica ed economica della pay tv) e Maria Volpe (Come eravamo (e come siamo cambiati): fenomenologia sociale della pay tv) che approfondiscono gli aspetti sociologici, strutturali e politici della rivoluzione “a pagamento” che ha già convertito venti milioni di italiani.