• 19 giugno 2018

    Alla Scuola di Liberalismo vince la “scienza contro anti-scienza”

    Si è conclusa ieri presso la sede di Confedilizia la ventisettesima edizione romana – e la cento undicesima sul territorio nazionale – della Scuola di Liberalismo, il corso di formazione politica, diretto e ideato da Enrico Morbelli e organizzato dall’associazione SDL, Scuola di Liberalismo, in collaborazione con Competere e con il patrocinio dell’ISPLI, Istituto storico per il pensiero liberale.

    L’ultimo appuntamento della SDL, come da tradizione, è stato dedicato alla consegna delle borse premio oltre che, naturalmente, al dibattito inteso come indispensabile motore di riflessione e crescita. Le due tesine migliori sono state premiate con altrettante borse, la prima offerta da Open Gate Italia per il decennale della società e consegnata dal suo Presidente prof. Giovanni Guzzetta, la seconda intitolata a Salvatore Valitutti e consegnata dal presidente di ISPLI sen. Luigi Compagna.

    Entrambi i vincitori, i giovani Tommaso Pochi e Sofia Ramirez Fionda, hanno affrontato nei loro elaborati il tema del dibattito tra scienza e anti-scienza, cui ad esempio è riconducibile il recente ostracismo verso i vaccini, riportando il metodo scientifico come elemento primario ed essenziale della dottrina liberale, metodo che deve essere perseguito anche nell’attività politica e nella ricerca del benessere economico e sociale di ogni singolo individuo.

    E proprio di dottrina liberale in Italia si è parlato nella tavola rotonda, provocatoriamente – e ironicamente – intitolata con una frase mutuata dal regista Enrico Vanzina: “Liberali per sempre! Ma sul serio” che ha fatto seguito alla premiazione. Il clima del dibattito è stato nel complesso positivo ed i partecipanti, Mario Lupo, Alessandro Ortis, Giuseppe Vegas e Giovanni Guzzetta, coordinati da Giuseppe De Filippi, hanno sottolineato come, proprio nelle difficoltà del momento, il ritorno agli insegnamenti di Einaudi possa rappresentare uno sprone fondamentale al cambiamento e al miglioramento.