• 10 agosto 2018

    Estate 2018, la vacanza diventa sempre più “smart”

    Solamente pochi anni fa sembrava inimmaginabile partire senza guida turistica, oggi invece, anche i più strenui cultori della carta stampata non possono ignorare l’importanza delle app come strumento di viaggio.

    A livello locale, nazionale ed internazionale, le applicazioni forniscono tutte le informazioni più utili per individuare le strutture ideali alle proprie esigenze, aggiornate in tempo reale e corredate dei commenti a caldo degli utenti.

    Sia che si viaggi zaino in spalla o che si parta all’insegna del lusso, le app rappresentano oramai uno strumento imprescindibile e trasversale, utile peraltro, non solo ad individuare strutture, luoghi di interesse e ristoranti, ma anche a prenotarli e a pagarli, spesso anche con forti sconti e, chiaramente, senza dover ricorrere ai contanti ma utilizzando semplicemente il proprio smartphone, corredato ovviamente di applicazioni come paypal a satispay.
    Ma c’è di più, perché siamo arrivati ad un livello tecnologico tale per cui attraverso lo smartphone si può programmare proprio tutta la vacanza, dai trasporti alle spiagge, compreso la pianificazione di una tintarella ad hoc, senza tralasciare mappe interattive che vibrano in presenza di luoghi di interesse storico e segnalano le aree dotate di wifi gratuito.

    Che dire? Se la tecnologia aiuta a ridurre le distanze e ad agevolare gli spostamenti, c’è da augurarsi che l’arrivo del 5G possa contribuire ad abbattere ulteriormente le barriere culturali. A questo punto non resta che preparare la valigia, senza dimenticare che, naturalmente, esiste un app appositamente pensata anche per risolvere questo problema!
    Ludovica Palmieri