“L’Italia è Riformabile?” Riparte la Scuola di Liberalismo.

Pubblicato mercoledì 14 Novembre 2018

Un laboratorio di idee ricco di contenuti, per un approccio “liberal” alla politica moderna.

Lo Spazio Espositivo della Fondazione Sorgente Group è stato, ieri, il teatro della ripresa dei lavori della Scuola di Liberalismo, l’iniziativa che da ormai trent’anni forma i liberali italiani grazie all’appassionata direzione di Enrico Morbelli. All’evento, moderato da Giuseppe De Filippi, largamente partecipato e ricco di ospiti autorevoli, ha preso parte anche Giovanni Guzzetta esperto di Diritto Costituzionale e presidente di Open Gate Italia, società in partnership con la Scuola di Liberalismo. Insieme a lui Giuseppe Vegas, Enrico Cisnetto, Angelo Maria Petroni e Giovanni Orsina.

Il dibattito si è focalizzato sulle tematiche derivanti dal titolo stesso dell’incontro, “L’Italia è riformabile?” Particolarmente apprezzato l’intervento del professor Guzzetta che ha auspicato l’inizio di un percorso riformatore in ambito costituzionale che vada verso un modello alla “francese”. Utile a conferire al Paese la stabilità necessaria a far crescere “le idee”, nello specifico quelle liberali, piuttosto che a dare spazio a “estemporanee demolizioni fine a sé stesse”. Infine, Guzzetta ha “scaldato” la platea liberale spingendola all’ottimismo, quello che può ispirare un percorso nuovo e tutto da costruire.

Il dibattito è proseguito in maniera frizzante fino alla fine dell’incontro e ha motivato i giovani presenti a intraprendere con convinzione un percorso formativo di qualità, utile a districarsi tra le proposte politiche attuali, sempre più povere di idee e vittime del “relativismo assoluto”. Il prossimo appuntamento, dal titolo “Contro i nemici del metodo scientifico”, con i Liberali di Morbelli avrà luogo lunedì 19 Novembre in via del Tritone 132.
Fausto Galanti
  • Home
  • OGI News
  • “L’Italia è Riformabile?” Riparte la Scuola di Liberalismo.