AGCOM, pubblicata la Relazione annuale 2020 sulla Net Neutrality

2 Luglio 2020

Net Neutrality

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha pubblicato la Relazione annuale 2020 sulle attività di vigilanza in materia di net neutrality. Il documento, trasmesso a CE e Berec, si riferisce all’attività di AGCom svolta tra il 1° maggio 2019 e il 30 aprile 2020.

Le attività di AGCom

In particolare, le principali attività di AGCom sono state:

Libertà d’uso di apparecchiature terminali

Con la delibera n. 348/18/CONS, AGCom ha confermato il diritto degli utenti di scegliere il proprio terminale, imponendo agli operatori di connettere i dispositivi dei consumatori alle proprie reti, senza oneri aggiuntivi o discriminazione nella qualità dei servizi offerti.

Tuttavia, nel luglio 2019 AGCom ha accolto le istanze di alcuni operatori che, data la peculiarità delle tecnologie utilizzate –FWA e FTTH – per la fornitura di servizi, chiedevano di attuare delle restrizioni al principio di libertà di scelta dei terminali.

Pratiche commerciali e tecniche dei servizi di accesso a Internet

Nel corso del 2019 AGCom ha avviato un’attività di vigilanza relativa al Regolamento (UE) n. 2015/2120, con particolare riferimento agli aspetti legati alle offerte c.d. zero rating. Tali offerte non sono vietate dal Regolamento, tuttavia, è previsto che la loro applicazione non ostacoli l’accesso ad un’Internet aperta. L’Autorità è intervenuta, in tal senso, monitorando il sito web dei principali ISP di rete mobile e virtuali, acquisendo informazioni in merito a
i) struttura delle offerte di zero-rating commercializzate;
ii) eventuali misure di gestione del traffico associate;
iii) vincoli di consumo associati (data cap);
iv) misure di trasparenza e di gestione dei reclami associate all’offerta.

Misure di traffic management

Durante il periodo di emergenza da Covid-19 sono state intraprese specifiche attività di monitoraggio sulle pratiche di traffic management, per far fronte ad eventuali fenomeni di congestione che si sarebbero potuti verificare visto il crescente traffico registrato.  Le risultanze di queste attività di vigilanza, emerse nell’ambito del Tavolo Telco, hanno dimostrato che gli operatori non hanno sentito la necessità di attuare alcuna misura di traffic management, ritenendo le disposizioni introdotte dall’Autorità sufficienti ad arginare possibili problematiche di congestione.

Misure di trasparenza per assicurare l’accesso a un’Internet aperta

AGCom è stata una delle prime Autorità europee ad evidenziare l’importanza della trasparenza e della qualità dei servizi di connessione ad Internet, come dimostrato dal progetto “Misura Internet”. Tramite questo progetto l’Autorità pubblica valori comparativi statistici delle misurazioni sui requisiti di qualità relativi alle performance degli ISP. Per quanto riguarda le reti mobili, AGCom continua a portare avanti il progetto “Misura Internet Mobile” che consente di verificare le velocità della connessione mobile offerta dai principali MNO, attraverso campagne di drive test. A tal proposito, con delibera n. 125/19/CONS, è stato anche istituito un tavolo tecnico volto ad analizzare gli aspetti evolutivi delle campagne per gli anni successivi, con particolare riferimento alla misurazione della qualità dei servizi offerti dal 5G

 

Si evidenzia, inoltre, che AGCom ha partecipato, in qualità di drafter, anche all’aggiornamento delle Linee Guida del Berec in materia di Open Internet, la cui versione finale è stata pubblicata nel mese di giugno.

Per approfondire leggi l’intera relazione QUI

Condividi questo articolo:
Open Gate Italia Srl | Via Cesare Beccaria 23, 00196 Rome | VAT IT09992661000 | REA RM-1202504 | authorized capital 111.111,00€
Developed by Thinknow