Un approfondimento Open Gate Italia sull’elezione del Capo dello Stato

21 Gennaio 2022

Lo scenario

Lunedì 24 gennaio alle ore 15 i presidenti di Camera e Senato hanno convocato in prima chiama il Parlamento in seduta comune per l’elezione del Presidente della Repubblica che succederà a Sergio Mattarella. Si tratta di un appuntamento al quale la politica italiana arriva apparentemente poco preparata, non è infatti emerso fino a questo momento alcun nome sufficientemente autorevole da poter ambire ad essere eletto in una delle prime tre chiame, quando la maggioranza necessaria per l’elezione del capo dello Stato è dei 2/3 dei grandi elettori (673 voti su 1.009 aventi diritto).

I nomi

A dire il vero due nomi ci sarebbero, il primo è quello dell’attuale Presidente della Repubblica Mattarella, il quale ha però escluso la possibilità di una sua rielezione, il secondo è quello dell’attuale Presidente del Consiglio Mario Draghila cui elezione aprirebbe tuttavia scenari imprevedibili per quanto riguarda la tenuta dell’attuale coalizione di Governo, con possibili ricadute tali da mettere perfino in dubbio l’arrivo dall’Europa dei fondi del PNRR. Va sottolineato poi come queste saranno le prime elezioni della storia della Repubblica nelle quali la maggioranza relativa dei grandi elettori è di centro-destra, potendo essa disporre di circa 450 voti (contro i 407 del centro-sinistra targato PD-M5s-LeU), il che significa che la responsabilità di un nome che possa trovare un largo consenso è in prima battuta della coalizione Lega-Fratelli d’Italia-Forza Italia-Coraggio Italia.

Le opzioni

Al momento, tuttavia, le cose stanno andando verso un’altra direzione, infatti l’unico nome in campo per il centro-destra è ufficialmente quello divisivo di Silvio Berlusconi, il quale ritiene che alla quarta votazione (505 voti necessari) possa andare a pescare consensi anche in quel nucleo di grandi elettori esponenti di partiti di centro o non iscritti ad alcuna componente. Il centro-sinistra invece dal suo tourbillon di incontri delle ultime ore non ha fatto ancora trapelare alcun nome, se non un generico “al Colle una donna”.

Scarica l’approfondimento targato Open Gate Italia sull’elezione del Presidente della Repubblica.

Condividi questo articolo:
Open Gate Italia Srl | Via Cesare Beccaria 23, 00196 Rome | VAT IT09992661000 | REA RM-1202504 | authorized capital 111.111,00€
Developed by Thinknow