Weekly Pills

I principali fatti dal mondo della politica
Focus
Settimana
28/4
MAR

I fatti salienti della settimana

SETTIMANA POLITICA N. 9/2022

28 Febbraio – 4 Marzo

Negoziato tra le delegazioni di Ucraina e Russia e Assemblea Straordinaria ONU

Nonostante i giorni di negoziati, l’attacco in Ucraina non si ferma e il Presidente Zelensky chiede l’adesione immediata all’Unione europea, il cessate il fuoco immediato ed il ritiro delle truppe russe.

Putin, che invia a Gomel il Consigliere Medinsky, chiede un’Ucraina neutrale e smilitarizzata, nonché il riconoscimento ufficiale della Crimea.

Il rublo crolla, si discute di ulteriori sanzioni e la Russia viene frenata anche dallo sport: fuori dal Mondiale 2022 e da tutte le coppe europee e competizioni internazionali. Inoltre, il logo di Gazprom viene eliminato dalla Champions e da qualsiasi altro match.

Nel giorno in cui viene anche colpita la torre TV di Kiev, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ottiene l’unità nazionale con l’approvazione della risoluzione volta a sostenere l’Ucraina anche con le armi, perché la pace arriverà e sarà grazie al dialogo ma è “il momento di fare i conti con la storia” e “l’Italia non intende voltarsi dall’altra parte”.

Il Presidente Zelensky chiede al Presidente Putin di “parlare da soli”, ma il Cremlino minaccia di non fermarsi e, infatti, la centrale nucleare di Zaporizhzhia viene attaccata.

Consiglio dei Ministri per discutere di ulteriori misure sulla crisi Ucraina e proroga dello stato di emergenza

La settimana inizia con un Consiglio dei Ministri per discutere di ulteriori misure urgenti sulla crisi in Ucraina.

Il Consiglio dei ministri delibera anche la dichiarazione dello stato di emergenza, fino al 31 dicembre 2022, in relazione all’esigenza di assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina sul territorio nazionale in conseguenza della grave crisi internazionale in atto.

Inoltre, il Decreto prevede “il rafforzamento della rete di accoglienza degli stranieri. Inoltre, si dispone che i cittadini ucraini vengano ospitati nei Cas anche indipendentemente dal fatto che abbiano presentato domanda di protezione internazionale“, con lo stanziamento di 10 milioni di euro, a carico del Fondo per le emergenze nazionali per consentire di organizzare ed attuare gli interventi più urgenti.

Il Ministro Di Maio va ad Algeri

Il Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio vola ad Algeri per incontrare il suo omologo ed il Ministro dell’energia al fine di discutere del rafforzamento, a seguito anche della crisi tra Russia e Ucraina, del partenariato bilaterale tra i due paesi nel settore degli approvvigionamenti energetici.

“La nostra partnership energetica con l’#Algeria diventerà sempre più forte sia nel breve che nel medio e lungo termine. Questo è l’esito della missione diplomatica di oggi ad Algeri”, queste le parole del Ministro su Twitter dopo l’incontro.

Il Governo e la riforma del catasto

La linea del Presidente del Consiglio Mario Draghi sulla riforma del catasto è chiara: o passa o il Governo si blocca.

La Sottosegretaria all’Economia Maria Cecilia Guerra pone alcune condizioni per l’approvazione dell’articolo 6, relativo alla riforma catastatale degli immobili escludendo uno stralcio dell’articolo altrimenti “si ritiene conclusa l’esperienza del Governo”.

Posizione gravemente criticata dalla Lega che ha portato a rimandare il voto.  Critiche arrivano anche da parte di Forza Italia che considera l’intervento “surreale”.

Al momento del voto, però, la maggioranza si spacca ugualmente sull’emendamento del cestrodestra che richiedeva proprio la soppressione dell’articolo 6, che viene bocciato con soli 23 contrari e 22 favorevoli.

Il centrodestra ha appena tentato di far cadere il governo #Draghi sul riordino del #catasto. Non vi è riuscito per un soffio. Abbiamo tenuto. Sembra una fake news, in uno dei giorni più drammatici della nostra storia recente. Purtroppo è una notizia vera. Sono senza parole”, questa la reazione del leader del Partito democratico, Enrico Letta.

DDL Concorrenza: la riforma attesa a giugno

Raggiunta l’intesa sui tempi del DDL Concorrenza, con termine per la presentazione degli emendamenti al 14 marzo.

L’obiettivo è quello di concludere il provvedimento entro giugno.

TIM, in audizione presso la 10° Commissione Industria, critica l’articolo 20 del provvedimento, che introduce l’obbligo di coordinamento delle opere di genio civile tra gli operatori che intendono realizzare reti ottiche nelle stesse aree e parla di “impatti negativi sui tempi di esecuzione dei lavori”, che sono in contrasto con la finalità di sviluppare – in modo rapido – le infrastrutture a banda ultralarga. 

PNRR, via libera dalla Commissione europea alla prima rata di finanziamenti

La Commissione europea, dopo il raggiungimento dei 51 obiettivi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano per il 2021, dà il via libera alla prima rata di finanziamenti per l’Italia da 21 miliardi di euro nell’ambito del Piano NextGenerationEU.

L’accordo per la Rete Unica

Tim ed Cassa Depositi e Prestiti, socio di maggioranza di Open Fiber, sono vicini ad un accordo per dar vita alla Rete Unica. Nonostante i due soggetti, per i bandi di gara per le aree grigie, stanno gareggiando come rivali.

Nel Memorandum of understanding dovrebbe essere presente il perimetro della futura Rete unica, come l’apporto di cavi sottomarini dii Sparkle la rete primaria e secondaria di Fibercop.

Il progetto, già avviato nell’agosto 2020, dovrebbe ricevere il via libera dell’antitrust italiana ed europea affinché la concorrenza possa essere garantita.

I sostenitori del progetto, però, sembrano fiduciosi in quanto l’Italia – secondo l’indice DESI che monitora la performance digitale europea – è indietro sulla fibra.

Colao esclude dal bando per il PSN

Il Ministro Colao esclude le società informatiche regionali dal bando per il Polo Strategico Nazionale (PSN), mettendo così a rischio 8.300 posti.

Venerdì 4 marzo, ore 13.00

Open Gate Italia Srl | Via Cesare Beccaria 23, 00196 Rome | VAT IT09992661000 | REA RM-1202504 | authorized capital 111.111,00€
Developed by Thinknow