Weekly Pills

I principali fatti dal mondo della politica
Focus
Settimana
20/24
DIC

I fatti salienti della settimana

SETTIMANA POLITICA N. 48/2021

20 – 24 dicembre

Via Libera dal senato alla Legge di Bilancio

Nella notte tra il 23 e il 24 dicembre il Senato dà via libera in prima lettura alla Legge di Bilancio approvando la questione di fiducia sul maxiemendamento presentato dal Governo e contenente il testo del provvedimento, come emerso dall’esame della 5° Commissione.

Tra le principali novità negli oltre mille commi della manovra, che ha un valore complessivo di circa 32 mld €, vi sono le seguenti:

  • proroga del superbonus al 110%
  • proroga del bonus mobili ed elettrodomestici
  • risorse per la riforma degli ammortizzatori sociali
  • riforma dell’IRPEF
  • moratoria delle cartelle esattoriali
  • taglio bollette luce e gas
  • rifinanziamento del bonus tv e decoder
  • norme anti-delocalizzazioni
  • sospensione della Tosap e della Cosap

Il testo verrà trasmesso alla Camera, dove sarà esaminato ed approvato in via definitiva (senza alcuna modifica, visti i tempi molto stretti) tra il 27 e il 30 dicembre.

Jingle-vax: Il Governo vara nuove misure

Mentre si registra il record di contagi da inizio pandemia,in vista delle festività natalizieil Governo adotta un nuovo decreto-legge contenente nuove misure restrittive:

  • riduzione, dal 1° febbraio 2022, della durata del Green Pass vaccinale da 9 a 6 mesi;
  • riduzione del periodo minimo per la somministrazione della terza dose da 5 a 4 mesi;
  • obbligo di mascherine:
    • anche all’aperto, anche in zona bianca;
    • FFP2 in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati) e per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto. In tutti questi casi è vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso;
    • FFP2 su tutti i mezzi di trasporto.
  • estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato alla ristorazione per il consumo anche al banco
  • fino al 31 gennaio 2022, divieto di eventi, feste e concerti che implichino assembramenti in spazi all’aperto e chiusura di discoteche, sale da ballo e locali assimilati.
  • ingressi di visitatori in strutture socio-sanitarie e RSA solo con di Green Pass rafforzato e tampone negativo oppure vaccinazione con terza dose.
  • estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato:
    • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
    • ai musei e mostre;
    • al chiuso per i centri benessere;
    • ai centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
    • ai parchi tematici e di divertimento;
    • al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia);
    • nelle sale gioco, sale scommesse, bingo e casinò.
  • screening e controlli su chi rientra dall’estero.

Il CdM vara anche il decreto Milleproroghe e il d. lgs. che istituisce l’assegno unico.

La corsa al Quirinale di Nonno Draghi

Mentre aumenta il timore di uno stallo rispetto all’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, il Presidente Draghi precisa che “i miei destini non contano, non ho aspirazioni. Sono un nonno al servizio delle istituzioni. Questo esecutivo ha conseguito grandi risultati, andrà avanti indipendentemente da chi ci sarà”.

Rispetto al ruolo di Sergio Mattarella, invece, dichiara si tratti di un modello, che “ha svolto splendidamente il ruolo ma l’ha fatto con dolcezza e fermezza, ha attraversato momenti difficilissimi nel settennato e ha scelto con lucidità e saggezza”.

Parole che danno luogo a nuove interpretazioni e fanno credere a molti che Draghi si stia preparando per la candidatura al Colle.

Continua intanto il dibattito tra i partiti. Il Partito Democratico è alla ricerca di una “soluzione consensuale”, che eviti le tattiche di Salvini e Renzi. Il Movimento 5 Stelle brancola nel buio, ma dichiara la preferenza per una donna. Italia Viva vuole ritagliarsi un ruolo di primo piano e fa circolare il nome di Paolo Gentiloni. Forza Italia rimane decisa sulla candidatura di Silvio Berlusconi. La Lega si muove con cautela e non chiude né a Berlusconi né a Draghi. Infine, Fratelli d’Italia promette fiducia a Silvio Berlusconi, ma propende verso il nome di Draghi.

Raggiunti gli obiettivi del PNRR

Nella conferenza di fine anno organizzata dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, il Presidente Draghi sottolinea il raggiungimento di tre obiettivi:

  1. l’Italia è il paese più vaccinato
  2. l’Italia ha consegnato, in tempo, il PNRR
  3. i 51 obiettivi del PNRR da conseguire entro fine anno sono stati raggiunti

Nuove tutele per i collaboratori parlamentari

Dopo l’inchiesta del quotidiano “Il Tempo”, su proposta del Senatore Fabrizio Trentacoste (M5S), il Senato ha approvato un ordine del giorno che si “invita il Consiglio di Presidenza e il Collegio dei senatori questori a valutare l’opportunità, di concerto con l’Ufficio di Presidenza della Camera dei deputati e il collegio dei deputati questori, di proseguire nelle attività volte a disciplinare il rapporto di lavoro fra senatore e collaboratore”, prevedendo che “siano individuati uno o più schemi contrattuali standard, a tempo pieno o a tempo parziale” e che sia garantita “una retribuzione proporzionata alla rispettiva quantità e qualità del lavoro prestato”.

Alla Camera, infatti, solo il 24% dei collaboratori ha un contratto subordinato, mentre la restante parte è inquadrata o come lavoratore autonomo o con contratti di collaborazione. Sul Senato, invece, non si hanno dati certi.

In Cile vince la sinistra

Sarò il Presidente del Cile di tutti i cileni e non governerò tra quattro mura”. Esordisce così il neo-presidente cileno, Gabriel Boric, esponente della sinistra che ha sconfitto il candidato di destra.

A soli 35 anni è il Presidente più giovane di sempre. Propone un nuovo modello di Stato sociale, un forte sviluppo del welfare state, lotta all’ineguaglianza e maggiori tasse per i ricchi.

Gli Hacker di Natale

Come ogni anno, aumentano le truffe di Natale online: la Polizia Postale ha già ricevuto oltre 51mila segnalazioni (nel 2020 erano circa 31mila). Si va da pacchi sospesi ai centri di distribuzione, a finti download a temi natalizi e maxi-sconti.

Tutti in attesa degli ultimi regali acquistati online e tutti pronti a cadere nel “tranello” di inserire i riferimenti della propria carta di credito per il pagamento delle tasse doganali o per il mancato pagamento delle spese di spedizioni, autorizzando così prelievi non dovuti.

Venerdì 24 dicembre, ore 9.30